Gio. Apr 18th, 2024

In un panorama agricolo variegato e in costante evoluzione, la rotazione colturale riveste un ruolo fondamentale. Questo antico metodo di coltivazione, che si basa sulla semina alternata di diverse specie vegetali nel corso degli anni, è infatti imprescindibile per l’ecosistema delle nostre campagne e per la produzione di cereali che sono la risorsa primaria di numerose filiere produttive, in particolare per l’alimentazione zootecnica.

La diversificazione delle colture, oltre a limitare la comparsa di malattie e la proliferazione di parassiti, contribuisce anche ad una migliore distribuzione dei nutrienti nel terreno, preservandone la fertilità nel lungo periodo. All’interno di questo quadro, l’orzo, il favino, il pisello proteico, l’avena e il grano tenero si inseriscono efficacemente nel piano di rotazione, portando benefici notevoli sia ai terreni che all’economia delle aziende agricole, e rispondendo nell’immediato alla crescente domanda del mercato.

Ma cosa s’intende esattamente quando si parla di Produzione Cereali Zootecnici? Questi sono cereali specifici utilizzati principalmente per l’alimentazione degli animali allevati. Spesso sono prodotti derivanti da colture di rotazione che, oltre ad arricchire il terreno di preziosi nutrienti, forniscono un sostentamento necessario per il benessere e la crescita di varie specie di animali.

Inoltre, i mangimifici più rinomati a livello nazionale stringono collaborazioni con gruppi agricoli autorizzati, unendo competenze e risorse nel rispetto della regolamentazione CE 183/2005. In questo modo, viene garantito un prodotto finito di alta qualità, con l’introduzione di politiche di sostenibilità e di tracciabilità per tutta la filiera produttiva.

Che si tratti di grano duro, orzo, favino, pisello proteico, avena o grano tenero, la rotazione colturale si conferma una pratica ottimale per un’agricoltura attenta al territorio, capace di bilanciare i propri bisogni produttivi con la tutela dell’ambiente. Una svolta green nella produzione di cereali zootecnici, per un futuro sostenibile ed eco-compatibile.

Di admin