Gio. Apr 18th, 2024

Nel campo della sicurezza industriale, la prevenzione delle catastrofi come gli incendi deve essere una priorità. A tal proposito, le soluzioni per la protezione passiva dal fuoco svolgono un ruolo critico. Tra queste possiamo annoverare i portoni scorrevoli tagliafuoco, elementi chiave nel mettere in sicurezza gli edifici industriali.

Questi portoni sono conformi alle normative UNI EN 1634-1 e EN 13241:2016, come certificato dalla marcatura CE. Quest’ultima è un simbolo di affidabilità e sicurezza, un segno che questi portoni hanno superato una serie di rigidi controlli per garantire la loro efficacia in diverse situazioni di pericolo.

I portoni scorrevoli tagliafuoco sono ideali per compartimentare aree di grandi dimensioni, rendendoli ideali per chiusure industriali. La loro struttura modulare permette una facile installazione e può essere personalizzata a seconda delle esigenze dello spazio, con la possibilità di configurare una o due ante e l’inserimento di una porta pedonale.

Una delle caratteristiche più particolari di questi portoni è il loro funzionamento: in condizioni normali, essi si comportano come un portone comune, ma in caso di incendio, si chiudono automaticamente grazie al contrappeso, creando una potente barriera contro l’avanzamento del fuoco.

Per garantire massima sicurezza, il portone scorrevole tagliafuoco EI2 120 è certificato secondo la norma UNI EN 16034:2014 e 13241:2016, che riguardano le prestazioni dei prodotti da costruzione resistenti al fuoco.

In sintesi, scegliere portoni scorrevoli tagliafuoco con marcatura CE significa optare per la sicurezza, la funzionalità e l’affidabilità. Queste soluzioni rappresentano quindi una scelta importante per chi desidera garantire la massima protezione dai rischi di incendio negli ambienti di lavoro o in altri spazi di grandi dimensioni.

Di admin